In viaggio divedendo i costi con bla bla car

Il car sharing è diventato ormai un’alternativa al treno: si risparmia, si chiacchiera e si ha l’occasione di incontrare nuova gente.

Un tempo era noto come servizio di Autostop degli automobilisti e già prima del 2000 era abbastanza in voga tra gli studenti in Germania che utilizzavano le bacheche delle Università per mettersi in contatto. Ora è nata BlaBlaCar, una piattaforma web di car pooling che opera in 22 Paesi. Il portale permette di entrare in contatto con persone che devono compiere lo stesso tragitto in modo da dividere le spese.

Il successo dell’iniziativa di BlaBlaCar, che ha pressoché monopolizzato il mercato del settore in Europa, è dovuto al successo dei social, al notevole investimento effettuato nella piattaforma web, dai riscontri generalmente positivi tra gli utilizzatori e dal passaparola e la pubblicità attraverso i media che ne ha esaltato l’economicità, l’eco-sostenibilità e la socialità.Dal 2015 è stata introdotta una provvigione di intermediazione.

Sulla piattaforma  è possibile scrivere recensioni sui compagni di viaggio. Un vero e proprio successo:in Europa gli utenti sono già oltre  11 milioni.

Meno macchine circolano, meglio è per l’ambiente e per l’efficienza dell’intero sistema.

Per informazioni: https://www.blablacar.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »